Ricette

In quest’area il nostro sito pubblica alcune tra le migliori ricette realizzate dai nostri clienti e dai foodbloggers che ci seguono.

Inviateci le Vostre ricette, corredate da belle fotografie, e noi saremo lieti di valutarle ed eventualmente pubblicarle in questa sezione.

Riso basmati con verdure croccanti

Ingredienti:


Per il riso:

1 tazza di riso basmati
1 tazza di acqua
q.b. di sale
q.b. di olio extravergine d'oliva


Per il condimento:

50 gr di carote
50 gr di zucchine
50 gr di cipolla
50 gr di peperoni verdi
50 gr di peperoni gialli
50 gr di pomodori
20 gr di pinoli
20 gr di lamelle di mandorle
q.b. di sale
q.b. di pepe
q.b. di curry
q.b. di olio extravergine d'oliva al peperoncino

Procedimento:


Per il riso basmati:

Lavare il riso sotto acqua corrente e poi versarlo in una ciotola piena di acqua, mescolarlo più volte con le mani e scolarlo. Ripetere l'operazione fino a quando l'acqua sarà quasi limpida. Metterlo a bagno in abbondante acqua fredda pulita per almeno 20 minuti. Scolarlo e lasciarlo nel colino fino al momento della cottura, non necessariamente immediata.
Portare a bollore l'acqua. Unire il riso e lasciarlo cuocere per 6-7 minuti coprendo con un coperchio rivestito da un panno asciutto con i lembi tirati verso l'alto (in modo che tra la pentola e il coperchio ci sia appunto il panno).
Una volta cotto mescolarlo, rimettere il coperchio e lasciarlo riposare almeno 10 minuti. Raffreddarlo in un piano sgranandolo con i rebbi di una forchetta e un generoso giro di olio.


Per il condimento:

Lavare e spuntare tutte verdure. In una padella soffriggere leggermente la cipolla finemente tritata con l'olio, unire tutte le verdure, tranne il pomodoro, e regolare di pepe. Cuocere lasciandole ancora croccanti, regolare di sale e di curry. Unire i pinoli precedentemente tostati e le mandorle a lamelle. Far raffreddare bene, unire i pomodori e il riso.

Fonte: http://dolcemente-salato.blogspot.it/2014/09/riso-basmati-con-verdure-croccanti.html

Ricette con Lunch box Enjoy Ater: riso basmati e verdure croccanti

Torta Diabella 2

Ingredienti per un cerchio da 20 cm (h 5 cm):


Per il biscotto al cacao:

90 gr di tuorli
90 gr di farina di frumento
22,5 gr di cacao amaro in polvere
135 gr di albumi
110 gr di zucchero semolato


Per la bavarese:

150 gr di latte intero
60 gr di tuorli
26 gr di zucchero
139 gr di cioccolato bianco
60 gr di pasta nocciola
4,5 gr di colla di pesce
375 gr di panna montata


Per la ganache:

195 gr di cioccolato (io preferisco usare il fondente)
195 gr di panna fresca


Per la finitura:

q.b. di nocciole tostate
q.b. di burro di cacao spray


Per le placchette decorative:

100 gr di cioccolato fondente
30 gr di cioccolato bianco
3 gr di alcool a 95°C
1 gr di oro alimentare in polvere

Procedimento:


Per il biscotto al cacao:

Scaldare albumi e zucchero a 40°C e montare fino ad ottenere una meringa stabile ma lucida. Incorporare manualmente i tuorli e le polveri setacciate mescolando dal basso verso il basso. Stendere il composto su una leccarda da forno e cuocere in forno ventilato a 240°C per circa 5 minuti. Far raffreddare, eliminare il foglio di carta da forno e coppare un disco di 2 cm inferiore rispetto al dolce da montare (nel mio caso coppare 18 cm).


Per la ganache:

In un tegame scaldare la panna, unire il cioccolato e mescolare fino a farlo fondere. Frullare tutto con il minipimer. Colare su un anello da 18 cm foderato da carta d'alluminio, unire un pò di nocciole tritate al coltello grossolanamente e congelare.


Per la bavarese:

Idratare la gelatina in acqua fredda. Tritare il cioccolato al coltello. Far bollire il latte. Mescolare i tuorli con lo zucchero. Unire latte e tuorli, rimettere sul fuoco e far cuocere fino a 82-85C°. Unire la colla di pesce ammollata e strizzata, unire poi il cioccolato bianco e mescolare fino a totale scioglimento, unire infine la pasta di nocciola. Raffreddare velocemente il composto in un bagnomaria di acqua e ghiaccio, proseguendo il raffreddamento in frigorifero fino ad una temperatura di 4°C. Incorporare la panna montata mettendone prima una piccola parte per rendere il composto più fluido e poi la restante mescolando dal basso verso l’alto per non smontare la crema.


Per montare il dolce:

Inserire il biscotto dentro un anello rivestito con acetato. Versare la bavarese in una sac à poche senza bocchetta. Procedere delineando prima i bordi dello stampo, in modo da chiuderli e poi procedere creando uno strato uniforme che ricopra il biscotto. Fare un altro giro di bavarese lungo il bordo. Inserire dentro il disco di ganache. Chiudere il tutto coprendo con un altro strato di bavarese, sempre dall'esterno verso l'interno. Con un cucchiaio increspare la superficie creando delle "ondine" di crema. Mettere in freezer a congelare.


Per le placchette decorative:

Sciogliere il colorante nell'alcool e mescolare con un pennellino piccolo. Fare delle goccie di colore su un foglio di acetato (poggiato su una teglia). Temperare il cioccolato bianco (io ne sciolgo 2/3 al microonde fino ad arrivare a 42-45°, poi unisco il resto, mescolo, scaldo un attimo al microonde arrivando a 29°C. Se si sbaglia temperatura si deve ricominciare daccapo), metterlo in un conetto di carta da forno e fare delle linee disordinate sull'acetato, sopra le gocce d'oro. Far cristallizzare il cioccolato raffreddandolo un paio di minuti in freezer. Nel frattempo temperare il cioccolato fondente (faccio la stessa operazione del cioccolato bianco, con la differenza che lo porto prima a 50°C e poi a 31°C). Colare il cioccolato sul foglio di acetato in cui ormai il cioccolato bianco si è indurito e spatolarlo con una spatola a gomito ricoprendo tutta la superficie del foglio. Far semi cristallizzare (ovvero semi indurire per pochi minuti), poi prima che il cioccolato si indurisca del tutto incidere il cioccolato con un coltello in modo da creare dei quadratini. Mettere in freezer e lasciar indurire totalmente. Staccare adesso le placchette di cioccolato e usarle per la decorazione.


Per la finitura:

Estrarre il dolce dallo stampo rimuovendo l'acetato. Spolverare abbondantemente di cacao amaro. Decorare con cubetti di pan di spagna, un pò di ganache versata a caso e un pò di nocciole tritate. Unire le placchette di cioccolato temperato adagiato lungo i bordi attaccandolo con gelatina neutra.

Fonte: http://dolcemente-salato.blogspot.it/2014/10/torta-diabella-2.html

Ricette con portadolce termico Enjoy Ater: torta Diabella

Torta Chic

Ingredienti per un cerchio di 20 cm (h 6 cm):


Per la bavarese al pompelmo e cioccolato bianco (rispetto le dosi originali ho ridotto del 35%):

260 gr di succo di pompelmo rosa (ottenuto spremendo il frutto)
48,7 gr di zucchero semolato
130 gr di tuorli
11,7 gr di gelatina in polvere (io ho usato quella in fogli)
227,5 gr di cioccolato bianco
1,3 gr di scorza di pompelmo rosa non trattato
487,5 gr di panna fresca


Per la gelèe al bitter (rispetto le dosi originali ho ridotto del 30%):

70 gr di bitter Campari (io ho usato l'Aperol)
175 gr di moscato d'Asti
35 gr di acqua
105 gr di zucchero semolato
12,6 gr di gelatina in polvere (io ho usato quella in fogli)


Per il fondo croccante (rispetto le dosi originali ho ridotto del 60%):

120 gr di mandorle in pasta liquida (non marzapane, ma pasta di mandorle per gelato ottenuta con il 100% di mandorle, senza zuccheri aggiunti)
56 gr di corn flakes
40 gr di cioccolato bianco


Per il biscotto alle mandorle:

87,5 gr di uova intere
122,5 t.p.t. alle mandorle (ovvero 61,2 gr di farina di mandorle e 61,2 gr di zucchero a velo)
17,5 gr di farina di riso
7 gr di burro
115,5 gr di albumi
28 gr di zucchero semolato


Per la bagna al pompelmo rosa (rispetto le dosi originali ho ridotto del 75%):

75 gr di succo di pompelmo rosa
37,5 gr di zucchero liquido


Per la finitura:

150 gr di cioccolato bianco
q.b. di pompelmo rosa
q.b. di gelatina neutra a freddo

Procedimento:


Per la gelèe al bitter:

Idratare la gelatina in acqua fredda. Scaldare l'acqua e lo zucchero fino a farlo sciogliere, togliere dal fuoco e unire la gelatina ammollata. Mescolare per far sciogliere. Unire poi il bitter, il moscato e mescolare il tutto. Scegliere se colare la gelèe in una tortiera di 2 cm più piccolo rispetto il diametro della torta da montare oppure se costruire una tortiera foderando di alluminio i bordi e la base di un anello di acciaio, sempre di 2 cm più piccolo. La gelèe sarà piuttosto liquida, senza questi accorgimenti tenderebbe a distribuirsi male. Colarla e metterla a congelare per qualche ora.


Per il biscotto alle mandorle:

Nella ciotola della planetaria con frusta montare gli albumi con lo zucchero semolato. Mettere da parte.
In una terrina mescolare con una frusta manuale il t.p.t. (farina di mandorle + zucchero a velo) con le uova intere. Unire la farina e mescolare bene. Fondere il burro e quando è ancora tiepido unirlo al composto. Incorporare l'albume montato procedendo delicatamente dal basso verso l'alto con una spatola, la prima parte va inserita velocemente e in modo vigoroso, in modo da dare aria al composto piuttosto fluido.
Versare il tutto su un foglio di carta da forno formando uno strato alto 1 cm ben livellato da una spatola a gomito. Cuocere in forno a 220°C (io modalità ventilato) per 8 minuti.


Per la bavarese al pompelmo rosa e cioccolato bianco:

Idratare la gelatina in acqua fredda. Tagliare il cioccolato bianco a pezzettini. In un tegame scaldare il succo di pompelmo. Miscelare i tuorli con lo zucchero e unire il succo bollente. Far cuocere a fiamma moderata fino a 82°C come una normale crema inglese, quindi mescolando continuamente. Fuori dal fuoco unire il cioccolato. Mescolare bene e unire la gelatina ammollata e la scorza di pompelmo grattugiata, quindi mescolare bene. Fare un bagnomaria di acqua e ghiaccio in modo da far raffreddare velocemente la crema portandola a 30°C (io quando era tiepida l'ho tenuta 20 minuti in frigorifero).
Semi montare la panna e versarne un pochino nella crema. Unire poi la crema al resto della panna mescolando con una spatola delicatamente dal basso verso l'alto. Tenere da parte.


Per il fondo croccante:

Fondere il cioccolato bianco. Unire la pasta di mandorle e i corn flakes, mescolare bene. Adagiare un cerchio di acciaio su un foglio di carta da forno poggiato su una base piana, a piacere foderare di aceato anche i bordi. Stendere il composto croccante formando uno strato di mezzo cm. Va lasciato uno spazio intorno di 1 cm lungo la circonferenza, quindi la base croccante non deve toccare l'anello. (Io ho dato la forma in un cerchio di 18 cm, poi l'ho sollevato e ho inserito il cerchio più grande).


Per la bagna al pompelmo rosa:

Mescolare a freddo i due ingredienti.


Per il montaggio del dolce:

Versare la bavarese nella sac à poche tagliando poco la punta. Fare un giro lungo il vuoto lasciato dalla base croccante, poi procedere mettendo metà del composto. Livellare bene con una spatola. Inserire il disco di biscotto alle mandorle. Inzupparlo con la bagna. Procedere con altra bavarese lasciando arrivando quasi a ricoprire lo stampo (lasciare meno di 1 cm di spazio). Inserire la gelèe congelata al centro facendola penetrare all'interno in modo che la bavarese arrivi a livello. Congelare bene per 4-5 ore.


Per la decorazione:

Sciogliere, al microonde o a bagnomaria, il cioccolato bianco arrivando a 40-45°C, poi spatolarlo su un piano di marmo o con la tecnica dell'inseminazione (cioè aggiungendo cioccolato a temperatura ambiente) arrivando a 27-28°C, scaldare ancora qualche secondo arrivando a 29°C. A questo punto versare il cioccolato su un conetto di carta da forno, tagliare poco la punta e su un foglio di carta da forno o di acetato fare delle griglie e prima che il cioccolato cristallizzi unire un pò di scorzetta di pompelmo. Una volta che il cioccolato si è del tutto indurito sollevarlo delicatamente dalla carta e utilizzarlo per decorare oppure riporlo in frigorifero fino al momento del suo utilizzo. (Io ho temperato col metodo del burro di cacao Mycryo, cioè in polvere. Ho fuso il cioccolato, arrivati a 33-34°C ho unito il burro di cacao e ho mescolato. Arrivati a 29°C ho usato il cioccolato)


Per la finitura:

Estrarre il dolce dal cerchio eliminando l'acetato. Lucidare la superficie e i bordi con la gelatina neutra. Decorare la superficie con gli spicchi di pompelmo rosa pelati a vivo, quindi completare con le griglie di cioccolato bianco e la scorza di pompelmo rosa.

Fonte: http://dolcemente-salato.blogspot.it/2014/11/torta-chic.html

Ricette con Portadolci termico Fresh and Carry: Torta Chic

Sfumature di gusto in giallo

 

Si ringraziano le autrici e la Ulrico Hoepli Editore per la cortese collaborazione e per l’interesse nei nostri prodotti.

TITOLO = SFUMATURE DI GUSTO IN GIALLO
AUTRICI = CINZIA DONADINI – FAUSTA LAVAGNA
EDITORE = ULRICO HOEPLI EDITORE S.P.A. 2014
VIA HOEPLI 5, 20121 MILANO (ITALY)
Email: hoepli@hoepli.it

Sfumature di gusto in giallo edito da Hoepli

Tortino di riso giallo gratinato

Ingredienti:
600 gr di riso carnaroli
2 uova medie
250 gr di mozzarella
250 gr di pisellini fini
q.b. di brodo di carne o vegetale
1/2 bicchiere di vino bianco
1 bustina di zafferano
15 gr di burro
1 cucchiaio d'olio extravergine d’oliva
40 gr di parmigiano o grana grattugiato
Sale
Pepe

Procedimento:
Preparare il brodo e tenerlo ben caldo. In una padella da risotto sciogliere e scaldare il burro con l'olio. Versare il riso lasciando che brilli e che si insaporisca per un paio di minuti. Sfumare il vino e accompagnare il resto della cottura con un pò di brodo per volta, regolando di sale e di pepe.
Nel frattempo cuocere i piselli con un goccino d'acqua, poi scolarli e lasciarli raffreddare. Tagliare la mozzarella a fettine. Sciogliere lo zafferano un pochino di brodo e aggiungerlo pochi minuti prima della cottura del risotto. A fuoco spento mantecare con una parte del formaggio grattugiato. Sbattere le uova amalgamandone uno e mezzo al risotto. Imburrare
la pirofila Enjoy e foderarla di carta forno imburrandone anche la superficie. Adagiare metà del risotto livellandolo perfettamente. Distribuire uno strato i pisellini e spennellare un po’ dell’uovo messo da parte. Adagiare le fettine di mozzarella. Spennellare ancora un po’ di uovo. Distribuire il resto del risotto livellandolo per bene. Terminare con una spolverata di formaggio grattugiato. Cuocere il tortino al centro del forno utilizzando la funzione grill per circa 25 minuti, o fino alla doratura. Si dovrà formare una bella crosticina croccante. Inserire la teglia nel contenitore termico in modo da mantenere il tortino caldo e filante fino al momento di consumarlo.

Fonte: http://dolcemente-salato.blogspot.it/search?q=enjoy

Ricette con Portapirofila termica Prisma: Tortino di riso giallo gratinato

Simil Cannelloni ricotta e spinaci

Quando ho ricevuto il contenitore caldo/freddo enjoy ho subito detto: "la prossima volta il primo lo porto io". E così è stato, domenica mattina, invito a pranzo quale miglior occasione per sfruttare al meglio questo prodotto. Dopo 3 ore la pirofila era ancora bollente abbiamo dovuto usare le presine per tirarla via. E poi che scena tutto ordinato e pulito senza contenitori di alluminio che si piegano o fogli che si sollevano. Per la ricetta potete usare anche i cannelloni o fare le crepes. Anzi la prossima volta ne farò 2 di teglie.

Ingredienti:

300 g spinaci anche surgelati
250 g ricotta
50 g parmigiano
1 uovo
olio sale pepe noce moscata
500 ml di besciamella anche meno
Sfoglie già pronte per lasagne quelle fresche

Procedimento:
Io preparo la besciamella nel bimby come da ricettario 500ml latte, 50 g farina, 25 g burro 1 cucchiaino di sale. Inserisco tutto nel boccale 6 min. 90° vel. 4
Intanto in una padella cucino gli spinaci con un pizzico di sale e una noce di burro aggiungendo acqua q.b.
Una volta cotti tritarli grossolanamente
Unire agli spinaci la ricotta, l'uovo, parmigiano sale pepe e noce moscata
Disporre il ripieno sulla sfoglia girare e tagliare
Disporre nella pirofila enjoy la besciamella e sistemare i cannelloni
Ricoprire con besciamella e parmigiano
Infornare a 180° per 20 minuti e poi qualche minuto grill
Posizionare la pirofila nel contenitore
Chiudere
Trasportarlo nella sua borsa
Bon Appétit
Fonte: http://bonappetit-sissi.blogspot.it/2011/12/simil-cannelloni-ricotta-e-spinaci.html

Ricette con Portapirofila Termico Prisma: cannelloni ricotta e spinaci

Ricette con Portapirofila Termico Prisma: cannelloni ricotta e spinac

Torta di riso e zucchine alla maggiorana

Ingredienti 180 gr di riso arborio Zangirolami
600 ml di latte intero fresco
200 ml circa di acqua
2 zucchine grandi
2 uova
1 cipolla piccole
60 gr di Parmigiano Reggiano grattugiato
1 ciuffo abbondante di maggiorana fresca
4 cucchiai di olio extravergine d'oliva
Sale finissimo e sale grosso Gemma di Mare q.b.
Pepe q.b.

Procedimento Pulite e tagliate a rondelle le zucchine, io con il mio fedele Saladino Ariete. In una pentola antiaderente fate saltare l'olio con la cipolla, aggiungete le zucchine e fatele cuocere per circa5 - 7 minuti, salate e aggiungete la maggiorana che avrete pulito e spezzettato con le mani. In una casseruola portate a bollore 500 ml di latte e 200 ml di acqua (io ne ho messo un po' meno) con mezzo cucchiaino di sale grosso, aggiungete il riso e cuocete per il tempo necessario. Rimarrà una specie di riso all'onda molto morbido, quando poi si sarà intiepidito avrà assorbito quasi tutto il liquido. In una ciotola mescolate le uova, il Parmigiano, aggiungete le zucchine e infine il riso, mescolate per bene, aggiustate di sale e pepe; Nel frattempo portate il forno a 180° ventilato. Ora in una teglia, io ho scelto il Contenitore termico Enjoy perfetto per mantenere la giusta temperatura degli alimenti nell'attesa di essere consumati. Ho provato con mano che uscendo alle 11 di questa mattina per la messa e rientrando in casa alle 12.30 circa e mangiando il tortino per pranzo, era ancora caldo come appena uscito dal forno, favoloso! Dicevo preparate una teglia, io ho messo della carta forno bagnata e strizzata, così si modella meglio, versate il composto per il vostro tortino. Mettete in forno e cuocete per 30 minuti a forno ventilato e poi a forno statico per altri 15 minuti. Il vostro tortino è pronto per essere messo in tavola. Gustoso, saporito e molto verduroso ma qui sembra che nessuno se ne sia accorto, si è volatilizzato! Noi lo abbiamo accompagnato con dell'insalata e del vino bianco fresco e frizzante!
Fonte: http://www.nellacucinadiely.it/2012/04/torta-di-riso-e-zucchine-alla.html#more

Rictette portapirofila termico prisma: torta di riso e zucchine alla maggiorana

Pasta (Furba!) gratinata alle carotine e broccoletti

Questa io la chiamo la mia pasta furba. La preparo in anticipo, poi la lascio in frigorifero, e all'ultimo la metto in forno a gratinare. Comodo, no? Se poi c'è gente oppure ho necessità di cuocerla in anticipo, niente paura: la mia pirofila termica Enjoy mi tiene il tutto la calduccio per una considerevole dose di tempo...posso cuocerla, chiudere ermeticamente il portapirofila, prepararmi facendomi una doccia e voilà, al bisogno o all'arrivo degli amici la pasta è ancora bella calda e fumante. Una bella furbata, non c'è che dire...

Ingredienti
250 gr di pasta formato Miezz'e paccheri di Gragnano (Fabbrica della Pasta di Gragnano)
200 gr cimette di broccoletti lessati al naturale o cotti al vapore, io ho utilizzato questi Fior di broccoli della Montello Logrò, già pronti!
200 gr carotine baby cotte al vapore o lessate al naturale
80 gr caciotta Altamaremma del caseificio Spadi Enzo
80 gr parmigiano reggiano grattugiato 200 ml bechamella ( se volete fare in fretta come ho fatto io...utilizzate questa buonissima Gran Cucina!)
un goccio d'olio per ungere la teglia

Procedimento Preparare innanzitutto le verdurine lessate o cotte al vapore. Io le carotine baby le trovo già pulite e surgelate al super, devo solo cuocerle tuffandole in acqua bollente o utilizzando il varoma del Bimby...per le cimette di broccoli, qualore non li abbiate già pronti come me, consiglio di fare la stessa cosa. Scolatele bene e lasciatele un momento da parte. Fate a dadini la caciotta e mettela in un piattino. Prendete un saltapasta antiaderente e saltate le verdure con un goccio d'olio, sale e pepe a fiamma vivace per qualche minuto. Cuocete intanto la pasta in abbondante acqua salata, scolatela molto al dente e mettetela nel saltapasta insieme alle verdurine, facendo saltare ancora in modo da amalgamarla col condimento. Ungete con dell'olio una teglia da forno, nel mio caso la teglia interna della pirofila termica Enjoy: io ho utilizzato un pennello in silicone per fare bene anche i bordi e non lasciare neppure un angolino libero. A questo punto versateci la pasta e le verdure, cospargete con i dadini di formaggio e coprite con la bechamella e con una generosissima spolverata di parmigiano. Ecco qua prima di infornare....
Fonte: http://pensieriepasticci.blogspot.it/2012/02/pasta-furba-gratinata-alle-carotine-e.html

Ricetta portapirofila termica prisma: pasta furba

Insalata di pasta orto e mare

Ingredienti
220 gr pasta formato Fusilloni le gemme del Vesuvio
200 gr gamberetti surgelati o se li avete freschi, ancora meglio!
Una manciata abbondante di piselli surgelati
2 zucchine piccole
una decina di pomodorini mini San Marzano o un paio di pomodori perini non grossi
basilico fresco q.b
Olio extravergine d'oliva per me Dante 100% italiano q.b
sale e pepe nero dosi a piacere

Procedimento
Lessare i gamberetti in una pentola con dell'acqua bollente per qualche minuto.
Scolare e lasciare da parte.
Lavare bene i pomodorini, privarli dei semini interni, cercare di lasciarli il più possibile a sgocciolare del loro liquido e farli a pezzettini piccoli.
Lavare e fare a tocchettini le zucchine, metterle in padella con un filo d'olio e rosolarle a fiamma vivace per una decina di minuti, in modo da mantenerle croccanti, salandole e pepandole a piacere. Lasciarle raffreddare.
In una casseruola cuocere la pasta al dente in abbondante acqua bollente salata insieme ai piselli surgelati, scolare e passare tutto sotto al getto dell'acqua fredda per fermare la cottura.
Mettere in una ciotola, (per me la pirofila interna del mio contenitore termico Prisma Enjoy,) la pasta ben scolata con i piselli, aggiungere le zucchine, i gamberetti, i pomodori a pezzettini e qualche fogliolina di basilico tagliata a striscioline piccolissime.
Condire il tutto mescolando bene con sale, pepe nero macinato al momento ed olio d'oliva a piacere.
Mettere in frigo in modo da raffreddare tutto e servire dopo almeno un 'ora, in modo che i sapori si siano legati per bene.

Fonte: http://pensieriepasticci.blogspot.it/2012/07/insalata-di-pasta-orto-e-mare.html

Ricette con pirofila termica Prisma: Onsalata di pasta orto e mare

Cous cous speziato con pollo mazzancolle e verdure

Ingredienti:

250 gr di cous cous
300 gr di petto di pollo
300 gr di mazzancolle fresche
1 peperone rosso
10 pomodorini rossi
2 zucchine
1 scalogno
Fave fresche
Olio evo
1 limone (scorza tagliata a listarelle sottilissime senza la parte bianca oppure grattuggiata e succo)
Spezie varie in polvere: cardamomo, zafferano+curcuma, peperoncino, zenzero, le 4 spezie (noce moscata, cannella, chiodi di garofano, pepe)
Brodo

Sale q.b.

Procedimento:

prima di tutto preparare il brodo;
preparare tutte le verdure, quindi lavare e tagliare a tocchetti il peperone e le zucchine, lavare e tagliare in 4 parti i pomodorini, pulire lo scalogno e tritarlo finemente;
sgranare le fave e lavarle dopodichè farle cuocere a vapore per pochi minuti;
tagliare il petto di pollo a tocchetti;
pulire le mazzancolle sgusciandole e togliendo il filo nero dall'intestino;
in una padella capiente far scaldare l’olio evo ed unire lo scalogno tritato e farlo appassire a fuoco basso;
aggiungere tutte le verdure, tranne le fave, e farle cuocere a fuoco vivace per circa 5 minuti dopodichè aggiungere i tocchetti di petto di pollo e le mazzancolle e farli rosolare un po’;
a questo punto aggiungere il succo di limone, salare leggermente ed aggiungere le spezie (la quantità dipenderà dai vostri gusti, ovviamente non bisogna eccedere) mescolare molto bene;
aggiungere un paio di mestoli di brodo e far cuocere il tutto per circa 10/15 minuti, se necessario aggiungere altro brodo, abbassare la fiamma, coprire con un coperchio e far cuocere;
poco prima del termine della cottura aggiungere le fave;
nel frattempo preparare il cous cous, leggere le istruzioni riportate sulla confezione, io al posto dell’acqua ho utilizzato il brodo, quindi metterlo in una terrina capiente, aggiungere un po’ di olio evo e la quantità di brodo richiesto, sgranarlo con una forchetta e lasciarlo riposare 5 minuti;

quando il cous cous è pronto aggiungere il composto di verdure-pollo e mazzancolle, amalgamare bene il tutto per fare insaporire bene e prima di servire completare con la buccia del limone grattuggiata, la mia era a listarelle tagliata con l'apposito sbuccia limoni.

Fonte: http://ricordietradizioni.blogspot.it/2012/05/cous-cous-speziato-con-pollo.html

Ricette Portavivande termici Mediterraneo: Cous Cous speziato con pollo

Crespelle ai funghi e Speck

Ingredienti per le crespelle:
100 gr farina 00 per me Molino Rossetto
1,5 dl latte
2 uova
sale per me fino iodato Gemma di Mare
burro

Per il ripieno e la copertura:
1 confezione bechamella pronta Gran Cucina Codap
speck a dadini
100 gr ricotta
1 noce di burro
1 pezzettino di cipolla bianca
mezzo bicchiere vino bianco secco
100 gr parmigiano grattugiato
1 conf. Funghi chiodini trifolati Logrò oppure 200 gr funghi qualità a piacere ben puliti e affettati
sale e pepe

Procedimento:
per circa 12 crespelle
Sgusciare le uova in una ciotolina e sbatterle bene con un pizzico di sale fino (io ho usato la frusta a mano); in un altro recipiente mettere la farina e diluirla col latte in modo da ottenere un composto abbastanza liquido. Unire il miscuglio di latte e farina alle uova e lavorare bene il tutto amalgamando tutti gli ingredienti ; io per fare le crespelle utilizzo l'apposita crepiera elettrica che mi è stata regalata tempo fa, però si possono tranquillamente fare anche in un padellino antiaderente leggermente unto di burro.
Si versa la pastella poco alla volta nel padellino, facendo si che la frittatina sia uniforme, senza buchi e dislivelli; appena la crespella è cotta su un lato, si gira e si cuoce anche l'altro, e via di questo passo sino all'esaurimento del composto.
Preparare poi il ripieno: io ho utilizzato dei funghi già pronti, praticissimi solo da scolare e mettere in padella...nel caso venissero utilizzati funghi freschi, io consiglio sempre di sbollentarli per qualche minuto in acqua bollente e poi sciacquarli con acqua fredda, farli asciugare su un canovaccio e quindi procedere alla cottura.
In una padella antiaderente, mettere una noce di burro, la cipolla tritata finissimamente e i dadini di speck; rosolare ben bene per circa 7/8 minuti, poi aggiungerci i funghi, salare e pepare a piacere e continuare la cottura a fiamma vivace, sfumando col vino bianco per un'altra decina di miunuti, facendo in modo di rapprendere un pochino il sughetto formatosi.
Spegnere la fiamma e far raffreddare.
Imburrare la pirofila Enjoy, nel mio caso quella tonda, e imbottire le crespelle:
io ho unito al composto di funghi 100 gr di ricotta e qualche cucchiaiata di parmigiano, quindi ho iniziato a riempire tutte le crespelle procedendo così: ho riempito mezza crespella con il composto ed ho piegato a ventaglio..ho disposto a raggera tutti i ventagli nella teglia e ho coperto poi con la bechamella ed un'ulteriore spolverizzata di parmigiano.
Infornare a 180° per una decina di minuti ventilato in modo da far gratinare un pò in superficie...inserire la pirofila nel portapirofila, chiudere il coperchio e voilà! Ora potete uscire, fare le vostre commissioni...certe che appena riaprirete il vostro contenitore Enjoy (ovviamente entro 4 ore!) troverete la vostra pietanza calda e saporita, pronta per essere gustata!!

Fonte: Pensieri e Pasticci

Ricette Portavivande termici Mediterraneo: Crespelle speck e funghi

Cheesecake alla vaniglia con frutta fresca

Ingredienti:
Per la base 200 gr biscotti secchi (tipo Oro saiwa) Qualche goccia di estratto di vaniglia 70 gr burro freddo a tocchetti
Per la crema 400 gr formaggio fresco, per me Philadelphia 150 ml panna fresca 2 uova 100 gr zucchero finissimo, tipo zefiro 1 cucchiaio sciroppo d'acero 1 cucchiaino di vaniglia bourbon macinata finissimamente
Per la decorazione: frutta fresca a piacere gelatina per decorare
Preparazione: Preparate innanzitutto uno stampo a cerniera di circa 23 cm di diametro e ricoprite la base con della carta forno. Accendete il forno a 180°. In un mixer mettete i biscotti con l'estratto di vaniglia e il burro, (per me il mitico Bimby) azionate qualche secondo alla massima velocità in modo da polverizzare i biscotti ed amalgamarli col burro. Ricoprite il fondo dello stampo e livellatene bene la superficie, premendo in modo da far aderire perfettamente. In una ciotola sbattete leggermente le uova con lo zucchero, aggiungete la panna, il formaggio, la vaniglia bourbon e lo sciroppo d'acero. Versate la crema ottenuta nella teglia sopra il fondo di biscotti e burro, poi infornate per circa 40 minuti a modalità ventilata. Appena fuori dal forno, passate ai bordi una lama di coltello, per staccare bene il dolce dallo stampo, quindi apritelo e lasciatelo raffreddare. Una volta raffreddato, togliete anche la base e trasferitelo su un piatto da portata, sfilando delicatamente da sotto la carta forno messa per la cottura.
Io ho preparato il dolce la mattina e poi una volta raffreddato l'ho lasciato un'oretta in frigo...successivamente l'ho decorato con della frutta fresca...mirtilli, kiwi, uva, prugna e pesca, ma potete sbizzarrirvi con qualsiasi frutto avete a disposizione anche in base alla stagione. Ho coperto con un velo di gelatina in modo da rendere il tutto lucidissimo e non annerire la frutta...trovo comodissima questa spray della Linea Decorì Lo Conte, è davvero una meraviglia! Siccome poi dovevo portare il tutto a casa di mia sorella, ho utilizzato il Portatorte Termico Enjoy...la sua particolarità è di tenere in fresco, grazie al fondo refrigerante, dolci di qualsiasi genere per diverse ore. Molto bello da vedersi, poi è praticissimo e comodo da trasportare.

Fonte: Pensieri e Pasticci

Prtadolci Termico Fresh & Carry

Focaccia integrale alla gelatina d'uva fragola

Ottima come spuntino veloce e sano... Ottima da portare a scuola come merenda di metà mattina...dolce e leggera, sazia senza appesantire e dà il giusto apporto calorico per affrontare il resto della giornata (magari con una verifica di matematica da affrontare, sigh!)... Ottima da portare con voi anche se fate dello sport, come spezzafame leggero ma goloso... Qua è durata circa tre giorni, e, devo essere sincera, è rimasta piuttosto morbida sino alla fine. Provatela...non ve ne pentirete!

Focacci Lunch Box Enjoy

Ingredienti: Con alcune mie modifiche rispetto alla ricetta del giornale Dosi per 8 persone 250 gr farina 0 per me Molino Rossetto 150 gr farina integrale bio per me sempre Molino Rossetto gelatina d'uva fragola q.b 50 gr farina di cocco 10 gr circa di lievito di birra fresco 3 cucchiai di zucchero di canna per me Waves of sugar Demerara 1 cucchiaio di miele liquido mezzo cucchiaino di sale fino olio d'oliva extravergine
Preparazione: Stemperare il lievito in 220 ml di acqua tiepida, sino a dissolverlo completamente, scioglierci poi anche il miele e aggiungere 200 gr di farina bianca, formando una pastella. Coprire e lasciare riposare 45 minuti circa. Mescolare la restante farina bianca e la farina integrale col sale, unire la farina di cocco e tre cucchiai di olio extravergine d'oliva...incorporare il tutto alla pastella lievitata, amalgamando e ricavandone un impasto morbido. Se necessario aggiungere qualche cucchiaio di acqua (a me non è servita). Farne una palla, praticare un taglio a croce nel mezzo e metterlo a lievitare in una ciotola con coperchio, rivestita all'interno con carta da forno, per circa 90 minuti (io metto sempre tutto a lievitare nel microonde o nel forno spento col portellone chiuso, in modo da mantenere una temperatura uniforme, senza sbalzi). A questo punto dividere l'impasto in due parti e stenderlo in due teglie quadrate di circa 24x24 cm cadauna, sempre rivestite con carta da forno. Praticare con le dita delle piccole fossette e riempirle con qualche cucchiaino di gelatina; cospargere poi la superficie con lo zucchero di canna, coprire con uno strofinaccio e lasciare lievitare ancora per una mezz'oretta circa. Nel frattempo portare il forno ad una temperatura di 200° a funzione statica; una volta lievitata la focaccia, infornare e cuocere per una ventina di minuti circa (controllare anche visivamente...ogni forno poi ha le sue tempistiche, deve risultare dorata in superficie!) Sfornare, lasciar raffreddare e tagliarla a quadrotti o listarelle...

LunchBox termico Enjoy focaccia

...ed eccola qua, pronta in tutta la sua bellezza e golosità, per essere portata a scuola, al lavoro, in palestra, insomma dove preferite. E che ne dite del nuovo Lunchbox termico di Enjoy? Non è bellissimo? Con lui potrete portare con voi cibi caldi e freddi dove vi pare...pratico, ermetico, con due scomparti, facile da pulire...addirittura è fornito di una borsa a tracolla per poterlo comodamente trasportare! Allora cosa aspettate? Buono spuntino a tutti!

Fonte: Pensieri e Pasticci

 

Cannelloni di ricotta e spinaci

Con la stagione autunnale inizia la mia saga delle paste al forno per i Sabati e per le Domeniche, giornate nelle quali mi capita di essere impeganata e di arrivare a casa all'ora di pranzo, con marito e pupi affamati...

 

La pasta al forno è un'ottima alternattiva perchè piace a tutti, scalda nelle giornate più fredde, ma soprattutto si congela in anticipo e si scongela all'occorrenza.

Basta dare indicazioni al marito di quanto tempo e a che temperatura lasciarla in forno e il gioco è fatto!

Ma se a casa non c'è proprio nessuno?

Beh, i porta pirofila termici Enjoy, che vedete qui in foto, ci vengono proprio in aiuto!

Contenitore Termico Portapirofila Prisma Ovale

 

Realizzati in materiale plastico certificato per alimenti, sono composti da un contenitore a doppia parete saldata, con all’interno un corpo isolante, per garantire la massima performance termica. La stessa metodologia e’ applicata al coperchio di chiusura.Sia il contenitore sia il coperchio sono completamente lavabili in lavastoviglie. La pirofila in ceramica è da utilizzare per cucinare direttamente nel forno tradizionale o nel microonde, per poi essere inserita nel contenitore termico. Si può anche versare nella pirofila il cibo caldo cucinato in una pentola. La pratica chiusura a scatto garantirà un’igiene perfetta e permetterà un facile trasporto.

Il cibo rimarrà caldo (o freddo) per ore, senza alterazione di sapore o di qualità.
Quindi sono ottime sia per le gite fuori porta che per cuocere in anticipo i cibi e trovarseli a casa, caldi, al momento giusto!

 

Per me, oggi, dentro il porta pirofila...cannelloni ricotta e spinaci come piacciono a noi! Un piatto semplice, saportio per via della ricotta di pecora, impreziosito da un velo di salsa di pomodoro...si, insomma, una ricetta senza pretese ma con la quale faccio contenti tutti, e i piccoli mangiano la verdura ;)

Prisma OvaleIngredienti

Una confezione di pasta sfoglia pronta, o sfoglie fatte in casa

250 gr di ricotta di mucca

250 gr di ricotta di pecora

un goccio di latte

7 cubetti di spinaci surgelati lessati in acqua leggermente salata

250 gr di besciamella

passata di pomodoro

50 gr di parmigiano grattuggiato più altri 30 gr per spoverare

sale, pepe

Procedimento

Lessare a parte gli spinaci, scolarli e strizzarli benissimo.

In una ciotola amalgamare i formaggi sevendosi di poco latte, se necessario. Unire a questo composto gli spianci tagliuzzati e mescolare bene.

Regolare eventualmente di sale.

Preparare la besciamella, pepandola un pò.

Nel frattempo, far andare sul fuoco qualche cucchiaio di passata di pomodoro con un cucchiaino di zucchero, sale, pepe e un filo d'olio.

Scottare in acqua salata per un minuto le sfoglie pronte.

Scolarle su un canovaccio pulito e farcirle con il composto di spinaci e formaggio.

Sul fondo della pirofila versare un velo di besciamella. Posizionarvi sopra i cannelloni uno accanto all'altro.

Versare la passata sui cannelloni, e sopra di essa la rimanente besciamella. Cospargere con altro parmigiano.

Cucoere per mezz'ora in forno statico e, solo in utlimo, dare un colpo di ventilato per far sì che si formi la crosticina croccante sopra.

Togliere dal forno e chiudere il porta pirofila.

Gustare caldissimi!

Fonte: Aria in Cucina

 

Crostata alla crema di ricotta mandorle e frutta fresca

Ingredienti:
per la frolla questa volta io ho usato una confezione di preparato Molino Rossetto per crostate, facilissimo e praticissimo da usare (serve solo aggiungere 1 uovo e 125 gr di burro morbido), in tal caso vi lascio la ricetta mia solita che uso per ogni circostanza per la pasta frolla la scorza di mezzo limone bio grattugiata
100 gr zucchero di canna chiaro
1 uovo intero e due tuorli
130 gr burro morbido a pezzetti
1 pizzichino di sale fino
350 gr farina 00 per me sempre Molino Rossetto

Per il ripieno:
6 albicocche o frutta a piacere, a secondo della stagione in atto
80 gr farina di mandorle
120 gr ricotta freschissima
2 uova
60 gr di zucchero di canna Demerara per me di Bronsugar distribuito da D&C<
scaglie di mandorla q.b per decorare
confettura fiordifrutta al ribes rosso Rigoni di Asiago q.b
1 cucchiaio pieno di farina di riso per me Molino Rossetto

Preparazione:
Preparare la frolla secondo le istruzioni sulla confezione del preparato (basta semplicemente unire un uovo e 125 gr di burro,) o come la preparate di solito, impastando a mano o in un robot.
A mano, dovrete ottenere un composto all'inizio piuttosto sbricioloso, che poi continuando ad impastare si compatterà.
Una volta impastato tutto, formare una bella palla, avvolgerla nella pellicola alimentare e mettere in frigo per circa una mezz'oretta.
Concentriamoci quindi sul ripieno, che mentre la pasta si compatta, potrete iniziare a realizzare. Sbattere leggermente le uova in una bella ciotola capiente insieme allo zucchero, alla farina di riso e alla farina di mandorle. Unire pian piano la ricotta, amalgamando ben bene con una frusta, ottenendo un bel composto fluido e morbidissimo.
Togliere la frolla dal frigo e con un mattarello, adagiandola su un foglio di cartaforno, stenderla e posarla in una tortiera, meglio se dal fondo amovibile, creando un bel bordo per contenere poi il ripieno.
Punzecchiare il fondo coi rebbi di una forchetta, stendere una bella dose di confettura al ribes, e successivamente versare la crema di ricotta e mandorle, livellandola ben bene. Lavare le albicocche, asciugarle ben bene e farle a piccole fettine regolari e sottili...adagiarle sopra al ripieno, creando a vostro piacimento dei disegno o dei cerchi concentrici, fate voi.......
Spolverizzare la superficie con una manciata di mandorle a lamelle, e infornare in forno precedentemente riscaldato a 180°, con funzione ventilata per circa 40-45 minuti, deve dorare bene.
Lasciar raffreddare e, con moooolta cautela, sformare il dolce, servendolo una volta perfettamente raffreddato. Gnammmmm!!!!

Fresh&Carry Crostata Albicocche

Visto che bella? Se poi dovete, come me, trasportarla per portarla da amici, vi consiglio questo bellissimo contenitore portadolci Ater Enjoy...bellissimo da vedersi e pratico da portare, addirittura ha il fondo che permette di essere raffreddato e di mantenere la freschezza, grazie a dei piccoli ghiaccini da riporre in freezer. Perfetto per l'estate, è comunque favoloso in ogni occasione e stagione! Bello sarebbe stato condividerla insieme alle belle gallinelle che ho avuto modo di incontrare ieri a Milano... ...ragazze mie che piacere è stato incontrarvi, la mattinata è letteralmente volata...abbiamo parlato di tantissime cose, non si sapeva da che parte iniziare...chiedo scusa se forse sono stata un pò chiacchierona, lo so, quando sono in compagnia e sto bene a volte mi faccio prendere la mano...mia figlia che era presente, da giudice inflessibile, mi ha detto, ma no, mamma.....vabbè, io lo spero comunque! In ogni caso carissime è stato davvero un piacere e spero di poter ripetere questa bella esperienza quanto prima, anche solo per un tè ( o un latte al caramello....) e qualche chiacchiera! Grazie di tutto, a tutte, Eli, Vaty, Sara, Cristina, Giovanna, Benny!!!!!! Ora vi lascio, perchè devo andare a fare la spesa...il dovere mi chiama! Buon martedì, alla prossima

Fonte: Pensieri e Pasticci


Melanzane a funghetto


Ingredienti:

1 kg di melanzane
500 gr di pomodori da sugo
2 spicchi di aglio
q.b. di sale
q.b. di basilico
q.b. di olio extravergine d'oliva

Procedimento:

Lavare e spuntare le melanzane, tagliarle a fette di circa 1,5 cm e poi ricavare dei dadini. In una bacinella versare acqua e sale, immergere le melanzane e poggiare sopra un piatto con un peso, in modo che ne siano completamente immerse (questo aiuterà le melanzane a perdere l'amaro in eccesso e soprattutto ad assorbire meno olio durante la cottura).

Lavare i pomodori e scottarli per circa 2 minuti, eliminare la buccia, i semi e l'acqua di vegetazione. Ridurre tutto a cubetti. (Quest'operazione si può fare anche a crudo lasciando la buccia oppure tagliando in quattro i pomodori sbollentati, mantenendo i semi)

In un tegame dai bordi alti scaldare l'olio e tuffare le melanzane precedentemente scolate e strizzate bene. Una volta cotte scolarle su carta assorbente.

In una padella versare un generoso giro d'olio e gli spicchi d'aglio interi facendo rosolare, unire così i pomodori, le foglioline di basilico e un pizzico di sale. Lasciar cuocere qualche minuto, poi unire le melanzane e far amalgamare in cottura ancora 10 minuti.

Questo contorno è perfetto per un pranzo fuori casa.



Fonte: Dolcemente Salato

Ricetta di DolcementeSalato Melanzane a funghetti

 

Dadolata di melanzane con mandorle e basilico


Ingredienti:

500 g di melanzane
50 gr di mandorle pelate
q.b. di olio extravergine d'oliva
q.b. di sale
q.b. di basilico

Procedimento:

Lavare e spuntare le melanzane tagliandole a cubetti. Immergerle in acqua e sale per un'oretta, poi asciugarle bene e friggerle in un tegame con abbondante olio. Scolarle su carta assorbente, poi trasferirle in una terrina unendo delle mandorle pelate precedentemente tritate (non troppo finemente) e delle foglioline spezzate di basilico, amalgamare e servire.

E perchè non trasportare questo delizioso contorno per un pranzo fuori casa?



Fonte: Dolcemente Salato

Ricetta di Dolcemente Salato: dadolata di melanzane

 

Tiramisù semifreddo a tre colori


Ingredienti per un cerchio di 20 cm (h 6 cm):


Per il semifreddo al mascarpone:

75 gr di base tiramisù pastorizzata
45 gr di meringa italiana
127,5 gr di mascarpone
127,5 gr di panna montata

Ricetta di dolcemente salato: tiramisu a tre colori, torta intera


Per il semifreddo al caffè:

56,2 gr di base tiramisù pastorizzata
37,5 gr di caffè espresso
7,5 gr di caffè solubile
67,5 gr di meringa italiana
206,2 gr di panna montata


Per il semifreddo al cacao:

75 gr di crema base al cioccolato
93,7 gr di meringa italiana
206,2 gr di panna


Per la finitura:

150 gr di biscotto di riso
50 gr di bagna al caffè


Per la glassa lucida da congelamento:

37,5 gr di crema base al cioccolato
37,5 gr di zucchero liquido al 70%
1,8 gr di rum 70°


Per la miscela da spruzzare:

131,2 gr di cioccolato fondente
56,2 gr di burro di cacao


Per le singole preparazioni:


Biscotto classico di riso:

60 gr di tuorli
60 gr di farina di riso
15 gr di amido di riso
90 gr di albumi
73 gr di zucchero semolato

Montare gli albumi per qualche minuto fino ad ottenere una media spumosità, poi unire l'amido e lo zucchero semolato, montare così fino ad ottenere una bella consistenza. Incorporare a filo i tuorli leggermente sbattuti e montare ancora un pò. Aggiungere infine la farina di riso setacciata mescolando con una spatola dal basso verso l'alto. Stendere il composto su un foglio di carta da forno, livellare con una spatola a gomito e cuocere in forno a 240°C con valvola chiusa fino a ottenere una leggera doratura (8 minuti). Eliminare il foglio di carta da forno delicatamente e coppare un quadro o un cerchio della stessa misura della torta da realizzare.


Crema base al cioccolato:

31,5 gr di zucchero semolato
31,5 gr di destrosio
84 gr di acqua
63 gr di cacao amaro in polvere

Portare a bollore l'acqua con lo zucchero semolato e il destrosio. Mettere immediatamente il composto nella planetaria già accesa al minimo di velocità dove si sarà precedentemente versato il cacao. Alzare al massimo della velocità e montare per circa 15 minuti.


Per la bagna al caffè:

35 gr di caffè espresso
15 gr di zucchero liquido (11,5 gr di zucchero + 4,5 gr di acqua)

Mescolare il caffè espresso (leggermente zuccherato) con lo zucchero liquido (ottenuto portando a bollore lo zucchero con l'acqua, poi far raffreddare).


Per la base tiramisù pastorizzata:

68,1 gr di tuorli
132,6 gr di zucchero semolato
39 gr di acqua
1/2 bacca di vaniglia

In un pentolino portare a 121°C l'acqua e lo zucchero mescolando bene. Incorporare lo sciroppo con i tuorli semimontati insieme alla polpa estratta dalla vaniglia. Montare fino a raffreddamento.


Meringa italiana:

165 gr di albumi
55 gr di destrosio
280 gr di zucchero semolato
75 gr di acqua

Montare gli albumi con il destrosio. Cuocere acqua e zucchero portandoli a 121°C. Versare lo sciroppo sugli albumi semimontati e montare fino a raffreddamento. Quella che avanza, ed è bene che avanzi, va tenuta in congelatore.

Procedimento:


Per il semifreddo al mascarpone:

In una terrina incorporare il mascarpone alla base tiramisù pastorizzata, mescolando energicamente con una frusta in modo da eliminare i grumetti e ottenere un composto liscio ed omogeneo. Unire delicatamente la meringa italiana e infine la panna semi montata incoporandola dal basso verso l'alto con una spatola in modo da ottenere un bel composto soffice. Versare il semifreddo ottenuto in una sac à poche con bocchetta liscia.


Per il semifreddo al caffè:

Sciogliere il caffè solubile nel caffè espresso caldo, mescolare e lasciar intiepidire. Unire la base tiramisù pastorizzata amalgamando bene. Aggiungere la meringa italiana e unire infine, delicatamente, la panna semi montata.


Per il semifreddo al cacao:

Scaldare al microonde la crema base al cioccolato in modo da renderla più fluida. Unire la meringa italiana e incorporare infine la panna semi montata, sempre dal basso verso l'alto.


Per montare il dolce:

Disporre un quadro o, come nel mio caso, un cerchio di acciaio su un foglio di acetato (poggiato su un piatto). Ricoprire anche i bordi (sporcando con un pò di semifreddo in modo da far aderire meglio il tutto). Adagiare dentro il disco di biscotto. Inzuppare per bene con la bagna al caffè. Distribuire sopra il semifreddo al mascarpone livellando bene con una spatola. Mettere in freezer per 15 minuti. Riempire la sac à poche con il semifreddo al caffè e proseguire creando un nuovo strato ben livellato. Di nuovo in freezer per 15 minuti. Terminare con il semifreddo al cacao, livellare bene la base e con quello che avanza creare delle righe orizzontali e verticali. Congelare per diverse ore (io faccio il tutto un giorno prima).


Per la finitura:

Estrarre il dolce dal congelatore, spruzzare sulla superficie la miscela di burro di cacao e cioccolato utilizzando un compressore munito di pistola. In alternativa spolverizzare, come ho fatto io, del cacao in polvere. Togliere il dolce dal cerchio, eliminare l'acetato e guarnire con la glassa lucida negli spazi tra un cordone e l'altro.

Servire a -18°C, cioè a temperatura da freezer.
La torta si taglierà perfettamente senza essere dura.

E per un trasporto d'eccezione...

Ricetta di Dolcemente Salato: Tiramisu a tre colori

Fonte: Dolcemente Salato